Blog didattico di maestra Luisella


Piccole composizioni in inglese.


Utilizzando alcune delle parole apprese durante l’anno scolastico i bambini hanno provato a comporre dei piccoli testi.Ecco quello di Luca.


The lion.


Questa è la composizione di Stefano.


Ormai quasi piccoli scrittori.


Instancabili,nonostante l’anno scolastico sia quasi finito, i bambini amano continuare a scrivere. Ecco l’ultima produzione.Clicca su >> il disegno si muoverà.
La vendetta delle matite.

Mattia non è capace di rispetto.Risponde in modo sgarbato,picchia il cane, distrugge gli oggetti scolastici del suo astuccio. Piano piano tutti lo evitano.I gentori si vergognano di lui,il cane quando lo vede si nasconde nella cuccia,i suoi compagni non lo invitano a giocare a casa loro.
Un notte,all’improvviso, ecco che avanzano verso di lui matite gigantesche,gomme mostruose,temperini rotanti.Lo guardano minacciosi e si avvicinano sempre più…Che paura!!
Ma ecco che….
Mattia si sveglia e capisce di aver sognato. Riflette un pò e dice tra sè:” Devo cambiare. D’ora in avanti rispetterò tutti e tutto.”


CALENDARIO SCOLASTICO 2007/2008

CALENDARIO SCOLASTICO 2007/2008 NELLA REGIONE SARDEGNA
Inizio delle lezioni: 17 settembre 2007;
FESTIVITA’ NAZIONALI
tutte le domeniche
I ° novembre 2007 festività di Tutti i Santi
8 dicembre 2007 Immacolata Concezione
25 dicembre 2007 Santo Natale
26 dicembre 2007 Santo Stefano
I ° gennaio 2008 Capodanno
6 gennaio 2008 Epifania (cade in giorno di domenica);
24 marzo 2008 Lunedì dell’Angelo
25 aprile 2008 Anniversario della Liberazione
I ° maggio 2008 Festa del Lavoro
2 giugno 2008 Festa Nazionale della Repubblica
festa del Santo Patrono Se ricade in periodo di attività scolastica
ULTERIORI SOSPENSIONI DELLE ATTIVITA’ SCOLASTICHE
2 novembre 2007 ricorrenza dei Defunti
dal 23 dicembre 2007 al 5 gennaio 2008 vacanze natalizie


Un appello alla riflessione: il rispetto ha bisogno di…….rispetto!


.ASCOLTO E RISPETTO PER I BAMBINI.

.Affinchè i piccoli imparino a rispettare è necessario rispettarli ed ascoltarli.

I bambini di prima A e B hanno affrontato il tema del rispetto. Hanno capito che devono voler molto bene alla propria persona , tutelare l’ambiente in cui vivono e gli animali, amare gli altri senza alcuna distinzione. Ma soprattutto hanno preso coscienza di essere persone e di avere diritto al rispetto.


I bambini prendono coscienza ..


Pur se piccini, i bambini hanno riflettuto sul fatto che tutti ,sia i grandi che i piccoli ,hanno diritto ad essere rispettati.
Con gentilezza cercheranno di farlo notare agli adulti che…. lo dimenticano.


Storie inventate dai bambini.

Nel corso di questo anno scolastico i bambini hanno imparato ad esprimere il loro pensiero in forma scritta e narrare delle piccole storie sia reali che fantastiche.Dopo aver raccontato dimostrano grande soddisfazione per aver concretizzato il loro pensiero e sono felici di rendere partecipi gli altri . Per leggere le storie legate al tema del rispetto clicca

PRIMA B
IL BANCO TRISTE
Alice

C?erano una volta un banco e un bambino di nome Paolo. Un giorno Paolo pasticciò il banco e questo pianse. Paolo gli disse:?Perché piangi?? E lui rispose:?Mi hanno pasticciato.? Paolo allora decise di cancellargli tutti i pasticci. Il banco felice lo ringraziò e diventarono amici.

IL FIUME
Marianna

Una domenica Federica ed io siamo andate in montagna insieme ai nostri cari. Esplorando la montagna avevamo trovato un fiume molto lungo e pulito. All?ora di pranzo avevamo anche un bel tavolino ma soprattutto avevamo una grande busta per buttare i rifiuti.

DUE BRAVI BAMBINI
Nicola

Enrico e Luca sono due grandi amici . Loro vanno spesso in campagna a giocare, si divertono tantissimo rispettando comunque la natura,stando attenti a non rompere i rami e i fiori che stanno intorno a loro.
Sono due bravi bambini.

UNA GIUSTA LEZIONE
Riccardo

C?era una volta una bambino che trattava molto male il suo cane. Un giorno però si ribellò e gli morse il braccio, così il bambino capì che doveva rispettare il cane.

UNA SORELLA SGARBATA
Stefano

Pierino aveva una sorella più grande che si chiamava Vanessa e non lo faceva giocare con il computer. Un giorno Pierino dice a Vanessa:?Mi fai giocare??
Vanessa gli risponde:?Tu non lo sai fare piccolo mostricciattolo!?e lo spinge.
Pierino le risponde:?Se io non lo so fare me lo potresti insegnare, anche io voglio rispetto.? Vanessa diventò tutta rossa e chiese scusa al fratello.

MAMMA E CAMILLA
Marianna

Ieri Camilla,il mio cane , è scappata di casa ma quando è tornata mamma la ha picchiata molto molto. E io a mia mamma l?ho sgridata perché gli animali non si picchiano.

IO E MIO FRATELLO
Ylenia

La mamma mi fa sempre raccogliere i giocattoli e mettere a posto tutte le mie cose insieme a mio fratello. Io e lui lo facciamo senza litigare:lui rispetta me e io rispetto lui.

LA LATTINA
Sara

Un giorno una bambina stava bevendo la coca cola e la lattina l?aveva buttata nella strada: questo vuol dire non aver rispetto per l?ambiente.

IL CAVALLO
Gabriele

Un giorno un bambino aveva visto un cavallo e lo aveva scocciato per farlo imbizzarrire e quindi non l?aveva rispettato.

POVERO CAGNOLINO
Monda

Mentre Luca viaggiava in auto con i suoi genitori vide davanti una macchina fermarsi , far scendere un cagnolino e fuggire via abbandonandolo. Luca con i suoi genitori si fermarono e lo portarono a casa loro.

UN BAMBINO EDUCATO
Jacopo

Un giorno Andrea arriva in classe e vede che alcuni banchi sono pasticciati di inchiostro,prende un fazzolettino bagnato e li pulisce tutti. Ora può sedersi nel suo banco pulito e intanto pensa che alcuni bambini non hanno rispettato il lavoro dei bidelli che puliscono per tutti.

UNA LEZIONE DA MAMMA
Francesca

Mia mamma ha trovato un nido con dentro delle uova e le voleva portare a casa per farmele vedere ma poi ci ha pensato bene e dopo le ha lasciate. Le ha rispettate.

PRIMA A

CHE SCHIFO
Elena

Un giorno sono uscita per fare una passeggiata in campagna e ho trovato una busta di immondezza. L?ho presa e l?ho buttata in un cesto lì vicino.

LE CARAMELLE
Asia

La mamma comprò a Luca un pacchetto di caramelle. Luca scartò la caramella e buttò la carta per terra. La mamma lo rimproverò e gli disse di buttarla nel cestino. Luca ubbidì e la mamma gli disse: ?Bravo,è così che ci si deve comportare!?

UNA BELLA PASSEGGIATA
Maria

Domenica scorsa abbiamo fatto una passeggiata a Monti Mannu. Eravamo in tanti,abbiamo giocato e ho fatto una passeggiata sul cavallo.
Dopo aver mangiato ognuno di noi ha raccolto i rifiuti che potevano danneggiare il bosco. L?ambiente va rispettato.

TI VOGLIO E NON TI VOGLIO
Andrea

C?era una volta un bambino che si chiamava Marco e andava in prima elementare.
Aveva tanti amici però qualche volta era triste perché non capiva se gli volevano bene. Marco non capiva perché dicevano ?ti voglio? e poi ?non ti voglio?.
Ma la maestra un giorno spiegò in una lezione che bisogna rispettare le persone e Marco decise di parlare con il compagni per spiegargli che quando una persona vuole bene deve voler bene a tutti.

IL PIC NIC
Francesca

Una domenica siamo andati in campagna e abbiamo mangiato fuori perché era una bella giornata ma prima di andare a casa abbiamo raccolto la carta perché ho capito quanto sia importante.

POCO RISPETTO
Giulia

Una bambina pasticciava sempre i muri delle case e della scuola e prendeva in giro i compagni. Allora la maestra le aveva detto che deve rispettare la scuola, le case e tutte le persone. Lei imparò

COSA FACCIO IO
Eleonora

Io per rispettare metto i semi nella terra e nascono i fiori e quando incontro una cinesina le sorrido.

IL LAVORO DELLA MAMMA
Matteo

Luca e Matteo sono due bambini disordinati. La mamma chiede di tenere la cameretta in ordine ma non lo fanno. La mamma non li fa giocare alla Play station. Allora per rispetto della mamma decidono di riordinare.

USO I CESTINI
Alice

Quando vado a fare un picnic in campagna cerco sempre di rispettare l?ambiente buttando i rifiuti negli appositi cestini. So che è importante.

Il VIGILE
Lorena

C?era un bambino di nome Paolo che aveva preso un gelato; dopo averlo mangiato non aveva trovato un cestino per buttare la carta e aveva deciso di buttarla per terra. Poi arrivò il vigile e gli aveva detto:?Tu non stai rispettando l?ambiente, prendi la carta ,mettila in tasca e quando arrivi a casa la butti.?

IL MONOPATTINO
Lorenzo

Un giorno mentre giocavo con la mia cugina ho usato il suo monopattino senza il suo permesso. Io lo ho rotto e lei si è tanto arrabbiata. Aveva ragione perché non dovevo prenderlo senza il suo permesso.

IL BANCO
Nicole

Un giorno c?era un banco di scuola che voleva essere rispettato, ma i bambini cattivi lo pasticciarono tutto senza rispettarlo. Il banco disse al bambino:?Per favore non pasticciarmi e rispettami così rimarrò pulito.?

LA MIA CAMERA
Enrico

Quando la mia camera è ordinata io cerco di rispettare il lavoro che ha fatto mia mamma. E questa è una storia di tutti i giorni.

LA PACE
Simone

Un giorno Luca e gli amici sono andati a giocare nel prato. Dopo un po? hanno bisticciato ma poi hanno fatto pace perché sanno cosa è il rispetto.

POVERO BRUCO!
Alessio

Un giorno un bruco che si chiamava Flash aveva deciso di costruire una casa dentro una mela. Ma arrivò un?ape che voleva farla cadere. La mela cadde e il bruco scappò via spaventato:non era stato rispettato il suo lavoro.

IL MIO CANE
Giordano

Un giorno ero seduto in una sedia e si era avvicinato il cane che mi aveva morsicato il dito. Mi hanno messo il cerotto ma io non l?ho picchiato.